Nebbia sulla mia testa

Adoro casa mia, perchè aprendo gli scuri vedo un piccolo parco, alberi, colline in lontananza. C’è una sorta di cono naturale davanti a me e devo proprio spostare l’attenzione fuori dal cono per scorgere orrendo cemento. Così la mattina non è poi così traumatico far abituare gli occhi alla luce e mettersi nell’ordine delle idee di scivolare fuori dal letto.
Stamattina fuori c’era un muro di nebbia. Non ne sono abituata, rimango sempre un po’ stupita da quella concentrazione fitta di acquolina leggera perchè ha il potere di far cambiare espressione alle cose. Se fumi una sigaretta in mezzo alla nebbia, diventi un vulcano gigantesco che emette lapilli bianchi e impalpabili. I contorni si sfumano, la luce filtra spezzata in mille particelle fredde, il ritmo dei movimenti rallenta, a volte sembra che il mondo trattenga un po’ il respiro.
Puoi aver paura di ciò che non vedi, oppure puoi immaginarlo coi colori che vuoi tu.
Oggi tutto è porpora, è rosa antico, è grigio come l’acciaio opaco.

Annunci
Nebbia sulla mia testa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...